Cogitoraptor: pensieri al sangue

-pensieri al sangue-

Posts Tagged ‘papa

AMEN

leave a comment »

DON RATZY : “PRESERVATIVO NON E’ SOLUZIONE PER L’AIDS”

per forza…con certi alleati sarà dura davvero…e non sarà di certo un profilattico a fermare la volontà di dio!!

AMEN!!

Annunci

Written by cogitoraptor

19 marzo 2009 at ù

“ma papà quando arriva?”…

leave a comment »

Davvero un triste spettacolo l’Italia, il nuovo sport consiste nella totale mancanza di rispetto verso le forze dell’ordine.

Umiliate e sbeffeggiate dall’esecutivo e da tutto il paese, con la propaganda a tutto “telegiornale” e le interviste di cacasotto e cerebrolesi che con gli occhi brillanti esultano, adesso si sentono sicuri, loro, si sentono protetti… fino a ieri invece…

Alla faccia di chi ha perso la vita con una divisa addosso o i propri cari aspettando a casa all’ora di cena…

“ma papà quando arriva?”…

Sarò di parte ma un paese che taglia i fondi alle forze dell’ordine in nome della sicurezza mi sa di morte e mi sa di beffa, vorrei sapere quanti ne hanno dislocati di militari, a Corleone o a Casal di Principe, e in Calabria?

Tutte stronzate, sono lì ad attendere il segnale altro che pippe, sono lì per aiutare l’attuale governo a riempire l’Italia di scorie nucleari e di tumori, d’infrastrutture mafiose e in generale per mandare un chiaro segnale a chi non ci sta, a chi non è d’accordo…

Poche palle!

La criminalità organizzata è il maggiore azionista di questo governo, lo sanno anche i sassi e lo dimostrano i fatti e la legge bossi-fini è uno strumento creato con uno scopo evidente :

far aumentare l’immigrazione clandestina e la microcriminalità, la torta è fin troppo facile da spartire;

i fascisti possono approfittare del cacasottismo evidente dei propri elettori guadagnandosi così la maggioranza dei voti di froci e castrati italioti mantre le mafie continuano a far sbarcare disgraziati da espellere all’infinito ricavando guadagni infiniti.

Gli avanzi, quelli che non vengono fermati, li facciamo spacciare e prostituire per la gioia dell’italiano medio, puttaniere e tossicodipendente in privato, paladino della tolleranza zero e del buon costume in pubblico

è una questione di business, individuato il target di riferimento gli si crea il prodotto su misura, con un po’ di sano proibizionismo il giochetto è facile facile…

e quelli che invece sono onesti e non vogliono proprio delinquere? quelli che vogliono lavorare?…

bèh… a quelli ci pensano imprenditori e caporali!

Un po’ di sano schiavismo e violenza nelle campagne, ricatto e umiliazione, le solite storie…

vuoi mettere!!

con un sistema del genere anche il mercato del lavoro regolare si abbassa di livello, anche ai nostri amati connazionali gliela si mette in culo alla grande, devono perdere diritti per forza, non potranno mai competere con degli schiavi, dovranno cedere!

e infatti abbiamo ceduto…ma proprio tutto…fino all’ultimo centimetro d’intestino!

Adesso siamo davvero pronti per il golpe, in autunno un altro folto pacchetto di leggi speciali emanate dal gran consiglio e l’inizio del volto duro della repressione, insomma ancora un paio di pennellate e può iniziare il conto alla rovescia…

a sto giro babbo natale farà il botto per davvero!

IRRIDUCIBILI…

leave a comment »

28/07/2008:

Napolitano ha espresso “un forte auspicio” affinchè il confronto superi le “contrapposizioni irriducibili” e renda possibili “intese concrete”.

INTESE CONCRETE…E CON CHI?…CON PLURIPREGIUDICATI E DELINQUENTI?…CON P2ISTI E FASCISTI?…

A CASA MIA MI HANNO INSEGNATO CHE CON CERTA MERDA NON SI DIALOGA, NON SI FANNO INTESE E NON PUò ESSERCI NESSUNA COMPLICITà…

COSì MI HANNO INSEGNATO IL MIO PAPà E LA MIA MAMMA, I MIEI NONNI E MIEI BISNONNI E TUTTI I CITTADINI ITALIANI DEL PASSATO E DEL PRESENTE CHE ALL’ OCCORRENZA NON HANNO POTUTO FARE ALTRO CHE OPTARE PER UNA “CONTRAPPOSIZIONE IRRIDUCIBILE“… E A CAUSA DI QUESTA SCELTA HANNO SOFFERTO E SUBITO, SANGUINATO E PIANTO…MA OTTENUTO E VINTO TANTE IMPORTANTI BATTAGLIE…PER TUTTI NOI…

DO YOU REMEBER??…

BATTAGLIE IRRIDUCIBILMENTE GIUSTE…PUNTO E BASTA…ALTRO CHE DIALOGO…

GIUSTO PER PRECISARE MEGLIO IL QUADRO DI INSIEME:

A CASA MIA…

SVILUPPARE UN INTESA CONCRETA CON LA CRIMINALITà ORGANIZZATA ED I SUOI AZIONISTI DI MAGGIORANZA SI CHIAMA CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA…

E INCITARE TUTTO IL PAESE A FARLO SI CHIAMA ISTIGAZIONE A DELINQUERE

CARO presidente…

GRAZIE PAOLO!!!…

leave a comment »

30-06-2008

DALL’INTERVISTA DI DANTE MATELLI A PAOLO VILLAGGIO USCITA SU “L’ESPRESSO”:

Ora sta riducendo per il teatro (esordio a ottobre) la sua ‘Storia della libertà di pensiero’. L’argomento è un classico: i processi a Socrate, Gesù, un Colombo entusiasta per le terga di Isabella di Castiglia, Giordano Bruno, Savonarola, Galileo. Per tutti la stessa trama: il libero pensiero schiacciato dal Potere, la Chiesa cattolica.

“Certo. È stata la più grande forza reazionaria della storia, contraria a qualsiasi tipo di scoperta, evoluzione, originalità che scalfisse la sua autorità: la terra è piatta e il sole ci gira intorno, roba così. Galileo per non esser bruciato vivo dovette ammettere d’essersi sbagliato in tutto”.

Lo ha scritto per risarcire le vittime?

“No, per istinto anticlericale”.

Si prende una bella libertà: Cristo ne vien fuori un matto.

“Io sono il Messia, dice… E dice pure che non solo sua madre è vergine, ma che un arcangelo è andato a trovarla. Poi io sono figlio di Dio, e infine io sono Dio. Quindi era da manicomio. I preti di allora, il Sinedrio, l’hanno messo in croce insieme a 40 altri condannati…”

Come, 40?

“Le crocifissioni si facevano in gruppo. Lui, che era squilibrato, urla ‘Elì Elì, Lamà Sabactani’. Il soldato Longino l’ha ammazzato con un colpo di lancia perché disturbava la morte degli altri. Primo esempio di morte per disturbo”.

E questo papa?

“Si è imbufalito per non essere stato messo tra le prime cento personalità del mondo. Lui, così vanitoso, sempre con la mitria. L’altro, il ‘Santo Subito’ Wojtyla, aveva un vantaggio: era un buon attore, fingeva di essere gobbo e buono, e viaggiava, e viaggiava, anche se non ha mai mosso la Chiesa di un millimetro. Questo è molto elegante, ha un accento che se si veste da SS con quella faccia fa svenire tutti gli ebrei che incontra. È inutile che s’incazzi. La retorica della povertà è quella che ha vinto sempre: San Francesco a piedi nudi, Ghandi vestito da paria, Teresa di Calcutta in sandali. Se vuol salire in classifica, si metta un saio da francescano, impari l’arabo e vada a Gaza a fare un discorso”.

Non ha paura d’essere scomunicato?

“Non mi hanno scomunicato ed è un’offesa maggiore. Non mi hanno considerato né rischioso né un pericolo. Per loro il mio libro sulla libertà di pensiero è robetta non nociva”.

GRAZIE PAOLO!!..PAROLE SANTE!!…EHEHEH…

UN UOMO…UN ITALIANO…CHE NON TEME DI ESPRIMERE IL PROPRIO PENSIERO E NON HA PAURA DI CHIAMARE LE COSE…CON IL NOME CHE MERITANO!!…