Cogitoraptor: pensieri al sangue

-pensieri al sangue-

Archive for agosto 2008

beffa tra le beffe…

leave a comment »

LA NUOVA COMPAGNIA AEREA.

27/08/2008

Ecco che finalmente iniziano a delinearsi i contorni della vicenda, l’operato di don silvio è stato davvero esilarante.

ATTO PRIMO:

in campagna elettorale silvio fa fallire le trattative con Airfrance scaricando tutta la colpa sui sindacati, ottenendo visibilità e annunciando fantomatiche cordate di volenterosi imprenditori italici disposti a sacrificarsi per la compagnia di bandiera italiana.

Il paese in piena febbre nazionalista pre europeo nonostante quindici anni di bugie ci casca, si illude e lo premia.

ATTO SECONDO:

la cordata ovviamente non esiste e allora dimostrando un fiuto eccezionale per gli affari cerca di svenderla al primo che capita, ovvero a Vladimiro Putin che grazie al cielo non risulta interessato e ci evita imbarazzi e figuracce internazionali mostruose se non addirittura pericolose,  visti gli odierni sviluppi della questione Georgiana.

ATTO TERZO:

incassato il rifiuto dei russi silvio ha un’altra geniale idea che dimostra le sue note capacità imprenditoriali!! Vendere Alitalia a Trenitalia! Insomma un cumulo di vomito che inghiotte diarrea. Viene zittito da tutto il paese all’unanimità, compresi molti suoi collaboratori e sostenitori.

ATTO QUARTO:

preso il potere si frega subito 300.000.000 di euro dalle nostre tasche per poter prolungare l’agonia del vettore italiano in attesa di una soluzione. La famosa alitalia-tax furbescamente appioppata ai contribuenti italiani. La trattativa con airfrance ovviamente non prevedeva esborsi per i cittadini.

ATTO QUINTO:

nuvole di nebbia e dichiarazioni poco chiare per un pò, depistaggi e soffiate, poi inizia a filtrare qualcosa. 

La cordata si sta formando, peccato che gli esuberi sono circa il doppio rispetto alla trattativa con airfrance.

Le pinne minacciose iniziano a vedersi tra le onde, gli squali sentito l’odore del sangue e della disgrazia si stanno preparando per il pasto, sono i nostri amati connazionali di confindustria&company, i nostri carissimi faccendieri con partita iva che si preparano a sacrificarci per il paese. 

ATTO SESTO:

i nomi di alcuni volenterosi imprenditori iniziano a venir fuori, sono i soliti stronzi:

Roberto Colaninno: condannato in primo grado per il crac italcase a 4 anni e 1 mese di carcere dal tribunale di Brescia e all’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. Salvato dall’indulto.

Benetton: il noto pezzente che dichiara al fisco cifre ridicole e che ottiene parte dei suoi prodotti da terzisti localizzati in Cina e che approfitta del lavoro minorile in svariati paesi del mondo.

miss tubi dall’alto Emma Marcegaglia: figlia di Steno condannato assieme a Colaninno sempre nel crac Italcase alla stessa condanna.

Carlo Toto:  un arresto nel 1981 alla quale è seguita la condanna nel 1988 per falso, poi le accuse in piena Tangentopoli nel 1995. L’ imprenditore aveva dato mazzette ad amministratori e tecnici comunali e persino ad un ex parlamentare dc, l’ onorevole Anna Nenna D’ Antonio. Ha scelto la strada del patteggiamento: 11 mesi di reclusione, ovviamente con la condizionale.

Tronchetti Provera:  una garanzia… 

Gruppo Ligresti: stendiamo un velo pietoso…mamma mia…

p.s.

ad oggi pare che siano circa 16 gli “imprenditori” coinvolti, per ora si conoscono solo questi nomi…

ATTO SETTIMO – ANTICAMERA DEL FINALE:

L’accordo è semplice, un esempio classico di imprenditoria all’italiana!!!

Lo stato si prende i debiti e tutta la sporcizia comprese 7000 famiglie senza stipendio e ai signori sopra elencati va la parte sana dell’azienda. Insomma i soliti patrioti pronti a sacrificarsi con i nostri soldi.

Al saldo abbiamo 7000 famiglie nei casini contro le 2500 della trattativa airfrance, abbiam già messo 300.000.000 di euro e ne sganceremo molti altri per la bad company, abbiam rischiato di diventare un paese canaglia e la compagnia sarà in mano ad un branco di animali.

Beffa tra le beffe, pare che comunque la trattativa debba comprendere l’entrata in gioco di una compagnia estera!

Tra le più quotate Lufthansa e guarda caso, nuovamente Airfrance!!! ahahaha!! 

complimenti davvero!!

 p.s.

il FINALE vero e proprio verrà comunicato nei prossimi giorni, attendiamo fiduciosi…

Written by cogitoraptor

27 agosto 2008 at ù

Pubblicato su COGITORAPTOR

soccer tax…

leave a comment »

 

26/08/2008

ADRIANO GALLIANI:

«Ci dispiace molto che i campionati di serie A e B partano senza la possibilità di vederli per chi non ha la pay tv, ma ci siamo trovati davanti a offerte che non potevano essere accettate»

Uno spettacolo della natura!! Don silvio si fa le offerte e se le rifiuta da solo!!! Il giochetto è facile facile…

Da Mediaset offre alla Lega con a capo mister galliani una cifra da pezzente in modo da poter rifiutare e idem per la R.A.I. in quanto capo di governo, che è ancora peggio perchè fa il taccagno coi soldi nostri e infatti non gliene importerebbe una mazza, se non fosse che così va tutto sul digitale dove la rai dorme alla grande, (perchè l’ha addormenta lui ovviamente), e quindi potrà spartirsi tutto il mercato con sky!!

Intanto milioni di italiani che pagano il canone, per colpa sua e del suo conflitto di interessi non potranno vedere manco un tiro in porta… ma a lui che gli frega, basta comprare il suo cazzo di decoder!!

Tanto per la maggior parte dei suoi elettori il problema non sussiste, il canone rai non l’hanno mai pagato!!

Inizieranno quest’anno e lo pagheranno direttamente a don silvio anzichè allo stato, potranno cosi vedere la propria squadra del cuore tutte le domeniche, mentre il paese muore…

Written by cogitoraptor

27 agosto 2008 at ù

Pubblicato su COGITORAPTOR

Alemanno show…

leave a comment »

 

E bravo Alemanno!

Impeccabile la sua dichiarazione in puro stile fascista, un cliché che conosciamo bene purtroppo, secondo il quale è sempre colpa della vittima.

E intanto veniamo a sapere che esistono zone della capitale abbandonate da dio e dall’uomo ma sopratutto da Alemanno, zone abitate da Italiani di terza classe dove lo stupro e la rapina, la violenza e la crudeltà sono ormai ineluttabili, alla faccia della sicurezza!

Certo, se il sindaco e il governo sono di “centro-sinistra” succede la fine del mondo, il paese si indigna, leggi speciali, litigi col governo romeno, aggressioni a random e spedizioni punitive, molotov sui bambini e ronde contro i trans…

se invece al governo ci sono i Fascisti la colpa è delle donne che amano farsi stuprare, dei turisti che tentano in tutti i modi di farsi rapinare, di questi giudici sbruffoni che vanno sempre in giro senza scorta e dei bambini… la colpa è dei bambini, che passano il tempo a stuzzicare preti e pedofili e a farsi sciogliere nell’acido!!

Che bel paese che siamo… però alla fine i tassisti son contenti… e quindi son contento anch’io!!

il cannocchiale

Written by cogitoraptor

25 agosto 2008 at ù

SANGUE ALLA TESTA…

leave a comment »

 

16/08/2008 – UMBERTO BOSSI – MINISTRO DELLE VERGOGNE:

“L’ici la rimetto… I cittadini se le tasse vanno ai loro Comuni sono disposti a dare perché vedono i risultati: strade, aiuole”. 

siamo al paradosso…alla fine un ministro cerebroleso riesce anche a rivelarsi utile per il paese…fino a quando il padrone non gli fa annusare qualche banconota “lavata con permafia”…ovviamente!!

“La Lega non si è opposta al momento dell’abolizione perché “non si poteva certo far cadere il governo per questo”.

della serie abbiam la faccia come il buco del culo ma i nostri elettori ce la puliscono every day…con la lingua…

il ministro delle vergogne pensa per le Regioni anche a una tassa che riguardi la produzione “ma non l’Irap che é brutta”

buahuhauahauhauhauahuhu…

che testa di ictus ragazzi!!…e questo è un ministro…è un ministro!!!…e c’è pure gente fiera di averlo votato!!…

Non vuole però sentir dire che la Lega aumenterà le tasse.

eheh…ma certo…

“io non le aumento, Silvio non le aumenta, Tremonti nemmeno, Fini neppure”…

e porca di quella troia chi cazzo è che continua ad aumentarle?!…ahahah…

col potere mediatico di Silvio riuscirebbero pure a convincere gli italioti che è colpa di prodi…seduto in salotto a bologna con un portatile sulle ginocchia…che continua ad alzare le tasse…

“tanto quelli si bevono tutto…continuiamo a pisciargli in bocca!!!” 

buahahahahahahahahah!!

non ho mai riso così tanto…porca troia ragazzi…questo governo è davvero fenomenale…incredibile…sembra un film demenziale mal riuscito…con un deciso odore di trash movie all’italiana!!!

Written by cogitoraptor

16 agosto 2008 at ù

menù di ferragosto alla bobo…

leave a comment »

 

PRIMO – REBUS IN SALSA NOSTRA…ALLA BOBO…

 

15/08/2008 — ROMA

ROBERTO MARONI: MINISTRO DELL’INFERNO

 ”C’é stato un raddoppio degli sbarchi di immigrati clandestini in Italia nei primi sette mesi dell’anno rispetto all’analogo periodo del 2007: sono passati da 8.266 a 15.378…c’é stato però un aumento delle espulsioni effettivamente eseguite, che sono state 4.082, +(15,2%)”

E ALLORA??…

SONO RADDOPPIATI GLI SBARCHI (+100%)…MENTRE LE ESPULSIONI EFFETTIVE SONO AUMENTATE DEL 15%…SE SI PENSA CHE SOLO UNA MINIMA PARTE DEI CLANDESTINI ARRIVA VIA MARE…VORREI SAPERE DOV’è LA BELLA NOTIZIA??…

AH GIà… LA BELLA NOTIZIA è PER CAPORALI E NARCOTRAFFICANTI…CHE IDIOTA CHE SONO!!…SARà UN MESSAGGIO IN CODICE!!

EH GIà!!  

DON SILVIO LE PROMESSE LE MANTIENE!!!…

 

 

SECONDO – TRIPUDIO DI STRONZATE ALLA BOBO…

 

15/08/2008 — ROMA

ROBERTO MARONI: MINISTRO DELL’INFERNO

“C’é stato un calo di reati in questi ultimi mesi”

AH SI?…E ALLORA I MILITARI PER STRADA CHE CAZZO LI AVETE MESSI A FARE??

“il calo è dovuto a diversi fattori, tra i quali la fine dell’effetto dovuto all’indulto”

GIà…L’INDULTO CHE HA VOLUTO IL TUO PADRONE SILVIO PER SALVARE PREVITI…

“e certamente anche per una più efficace azione delle forze dell’ordine.”

GIà…QUESTO è SICURAMENTE VERO!! ED è PER QUESTO CHE AVETE DECISO DI SEGARGLI LE GAMBE!! STANNO LAVORANDO TROPPO BENE!!

CHE FACCIA DA CULO RAGAZZI!!

 

DESSERT – MORTE CEREBRALE ALLA BOBO…

 

15/08/2008 — ROMA

ROBERTO MARONI: MINISTRO DELL’INFERNO

Ma è ancora presto per fare i bilanci, li faremo a fine anno

SPETTACOLARE…SEMPLICEMENTE SUBLIME!!! 

DELLA SERIE HO DETTO UNA MAREA DI STRONZATE COSì…TANTO PER DIRE!!!

Written by cogitoraptor

15 agosto 2008 at ù

non siamo mica gli antiamericani!!…

with one comment

oooohhhh… ma guarda un pò!!

L’amicone di Silvio, mister Putin,  s’è messo a bombardare donne e bambini della filoamericana Georgia…e Bush s’è incazzato come una iena, e mica tanto ridens!!

E pensare che Silvio solo qualche mese fa voleva regalargli la nostra compagnia di bandiera…al superpotente russo…ma per fortuna Vladimir era troppo impegnato a minacciare gli U.S.A. e a puntare i suoi missili contro l’Europa, sennò adesso i nostri amici americani cosa potrebbero pensare di noi??…

Ve lo immaginate George Bush...con le chiappe sul cesso…

ma che cazzo!!! i comunisti sono fuori dal parlamento e sti stronzi mafiosetti inciuciano coi russi!!??… che si credono per davvero che la guerra fredda è finita nel 1989??… ma che cazzo hanno nel cervello??…questi son buoni solo a leccare il culo!!… sti fascistelli al ragù… quasi quasi li bombardo!!!!!!“…

AHAHAHAHAHAH…CHE SCOMPISCIAMENTO RAGAZZI!!!

Written by cogitoraptor

13 agosto 2008 at ù

l’italia vista dall’estero…

leave a comment »

da www.antoniodipietro.it

L’ ITALIA VISTA DALL’ESTERO     

All’estero ci vedono come nell’articolo di ieri del Financial Times: “Italy gets tough on crime but neglets corruption”, che ho fatto tradurre ed è riportato nel seguito del post. Il FT non è, purtroppo, un caso isolato di critica alla politica italiana dopo le ultime elezioni. Periodicamente pubblicherò la traduzione di articoli che riguardano l’Italia presi dalle testate internazionali più prestigiose. Chi frequenta il blog avrà l’impressione che gli stranieri sono informati sull’Italia molto più di noi.

L’Italia adotta una linea dura contro il crimine ma trascura la corruzione.

(FT, 5 agosto 2008)

“Silvio Berlusconi, miliardario, magnate dei media e tre volte primo ministro, è ritornato al potere questa primavera interpretando in modo brillante lo stato d’animo del Paese, vale a dire un prevalente senso di insicurezza degli italiani sul loro benessere fisico ed economico.

In conformità alle promesse elettorali, ieri (4 agosto ndr) l’esercito ha schierato 3.000 soldati per il pattugliamento urbano contro il crimine ed è stata dichiarata una emergenza nazionale per affrontare le centinaia di immigranti, in maggior parte africani, che navigano dalle coste della Libia verso le spiagge italiane. Sono iniziati un censimento e la rilevazione delle impronte digitali degli zingari. Molti saranno espulsi. Gli oppositori della sinistra accusano Berlusconi di alimentare, grazie alla sua capacità di utilizzo dei media, lo stesso senso di paura che offre di curare. I ministri del precedente governo si sono sentiti costantemente indeboliti dalle notizie di crimini selvaggi commessi da stranieri – in particolare il caso della moglie di un ufficiale della Marina il cui orribile omicidio divenne un tema della campagna elettorale di Roma, in cui è stato eletto il primo sindaco di destra dai tempi del Fascismo.

Sebbene le statistiche comparative siano notoriamente rischiose, gli studi delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea indicano che le percentuali relative ai crimini in Italia sono sotto la media europea. Gli abitanti di Roma sarebbero sorpresi di sapere di essere più sicuri dei residenti di Londra, Copenhagen o di Amsterdam. Ma, come sa ogni politico, è la percezione che conta. Le affermazioni della coalizione sconfitta alle elezioni di una diminuzione del crimine non sono state ascoltate. Come ha rilevato nel 2008 l’istituto di ricerca Eurispes nel suo rapporto sull’Italia, i livelli di ansietà non hanno seguito il trend di diminuzione del crimine.

Curiosamente – data la frenesia che ha dominato i discorsi pubblici – alcuni studi esterni indicano che gli italiani sono meno preoccupati per la loro sicurezza di molti altri europei. Unisys, una società di information technology, pubblica due volte all’anno un indice della sicurezza. In marzo, nel picco della campagna elettorale, gli italiani hanno avuto un punteggio quasi immutato e moderato, pari a 94, relativo a quattro calcoli sulla percezione della sicurezza nazionale, personale, finanziaria e internet. Questo comparato a 117 nel Regno Unito, che è stato accreditato di “imperturbabilità e flemmatica risposta alla provocazione”, nonostante attacchi terroristici e l’esplosione della bolla immobiliare. Ai due estremi ci sono i tedeschi (165) e i francesi (76).

Sebbene l’Italia si confronti bene con i suoi pari europei per quanto riguarda i crimini violenti, l’evidenza suggerisce che per la corruzione è tra i peggiori. L’Italia è posizionata in 40esima posizione nel Transparency International indice globale per la corruzione. Soltanto la Grecia viene dopo nell’Europa dei 15. La Banca Mondiale, attraverso l’aggregazione di vari indici, attribuisce all’Italia la 71esima posizione, leggermente sopra la Corea del Sud, ma molto sotto i suoi pari europei. La lotta contro la corruzione non è stata una delle priorità durante le elezioni italiane. Su questo fronte i due atti degni di nota del governo Berlusconi durante i suoi primi mesi in carica sono stati una legge che garantisce l’immunità al primo ministro e ad altre tre cariche dello Stato e l’eliminazione dell’ufficio dell’alta commissione contro la corruzione. Berlusconi, libero temporaneamente da un processo per corruzione, ha dichiarato che “finalmente i magistrati non possono più a lungo perseguitarmi e posso passare il sabato dedicandomi alla politica invece che a discutere con i miei avvocati”.

Invece, Drago Kos, capo di Greco il gruppo di Stati contro la corruzione stabilito dal Consiglio Europeo, ha avvertito che l’Italia sta per “ritornare in una situazione in cui non c’è una reale volontà politica di combattere la corruzione”.

Il Governo italiano lo nega fermamente. Afferma che la commissione semi indipendente contro la corruzione era inefficiente e sotto dimensionata e che le sue attività saranno assorbite da altri ministeri.

I critici si chiedono, comunque, se i ministeri pubblici sono la soluzione ottimale per combattere la corruzione nella pubblica amministrazione. E inoltre notano che con le sue indagini nel settore della sanità pubblica – uno delle principali fonti di guadagno delle Mafie – la commissione contro la corruzione si è guadagnata dei potenti nemici. Salvatore Boemi è stato retrocesso. Due sue indagini vedevano coinvolti senatori della coalizione di governo.

Questo non è per suggerire che la corruzione è dominio del centro destra.

Due casi legali vedono coinvolti i vertici dei governi regionali di Abruzzo e Campania che sono accusati, rispettivamente, per corruzione nel settore della salute e per l’assegnazione di contratti per lo smaltimento dei rifiuti. In questi casi il governo dice che la giustizia deve seguire il suo corso.”

Written by cogitoraptor

7 agosto 2008 at ù

Pubblicato su INTERNAZIORAPTOR